Battisti, vittime Ustica: “ci vorrebbe lo stesso pressing per le nostre rogatorie”

By | 10 giugno 2011

«Vorrei che ci fosse la stessa forza verso le non risposte alle rogatorie internazionali che Francia, Usa, Germania o Libia si permettono di mantenere». È il commento di Daria Bonfietti, presidente dell’associazione delle vittime di Ustica, sul duro scontro in atto tra Italia e Brasile per il caso Battisti. «Vorrei – ha proseguito la Bonfietti – un’analoga volontà politica, inesistente da tempo, per pressare contro questi atteggiamenti dei paesi coinvolti». Per la Bonfietti quello di Battisti «non è un problema solo delle vittime del terrorismo, ma dell’Italia tutta: chiedete un’opinione agli italiani, non solo ai parenti». (Fonte Ansa)