Ustica, un film autoprodotto per chiedere “tutta la verità”

By | 27 giugno 2016

Dc9Da anni la Regione Emilia-Romagna, e l’Assemblea legislativa in particolare, sostengono le attività dell’Associazione dei parenti delle vittime di Ustica in tante iniziative che hanno saputo coinvolgere studenti e artisti al fine di promuovere, attraverso il teatro e la poesia, l’impegno civile e la memoria. Anche quest’anno l’Assemblea legislativa contribuisce alla realizzazione della rassegna Giardini della Memoria, al Parco della Zucca a Bologna dove, tra l’altro, il14 luglio andrà in scena lo spettacolo “Gianni” di Caroline Baglioni, vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015, altra iniziativa che vede l’Assemblea al fianco dell’Associazione dei parenti della strage di Ustica.
“Abbiamo il diritto di sapere tutta la verità sulla strage di Ustica. Nonostante due sentenze definitive della magistratura, nonostante la desecretazione degli atti, nessuno oggi è ancora in grado di conoscere ciò che realmente avvenne, il 27 giugno 1980, al Dc9 precipitato nel mare”. In occasione del XXXVI Anniversario della Strage di Ustica, Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, esprime la vicinanza ai familiari degli scomparsi e torna a chiedere di fare luce su quell’ultimo viaggio dell’aereo partito da Bologna per raggiungere Palermo con il suo carico di 81 persone e mai arrivato. “Siamo vicini al dolore delle famiglie che ancora, a 36 anni di distanza, si chiedono perché sono stati privati dei loro cari. Un dolore mai sopito che pretende verità anche come tributo alla democrazia. Perché – spiega la presidente Saliera – la ricerca della verità e la memoria sono due fondamentali pilastri della vita democratica”.
E sempre nell’ottica di sostenere progetti sulla memoria e sulla cittadinanza attiva il Servizio informazione e comunicazione dell’Assemblea legislativa ha realizzato il video sull’esperienza fatta dai ragazzi delle scuole medie “Zappa” di Bologna in visita al Museo per la memoria di Ustica. Un’esperienza da cui è nato lo spettacolo “E’ ora. E’ adesso” che il 29 giugno aprirà la rassegna “Del teatro, della memoria”. Il video è visibile e scaricabile gratuitamente sul sito dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna al link: http://www.ertv.it/media/e-ora-e-adesso.